Menu
Lettu 118 volte

U Pinziglione in terra cerviuninca


L’associu U Pinziglione, Incù l’amichi di l’ADECEC ,  hà fattu una girandulata indè u Cerviunincu, avviata incù maestria da Saveriu Santucci, guida prufeziunale.

Da u paisucciu di u Cigliu, cumuna di Sant’Andria di u Cotone, a spassighjata ci hà portati sin’à u situ di a cappella di a Scupiccia chi supraneghja u paese di Cervioni è offre una vista maravigliosa nant’à a costa urientale. Una scuperta di a storia, di a natura è di l'ambiente di u rughjone. Mà sopratuttu, scontri umani è spartere d'amicizia.

Da sapè nantu à a cappella di a Scupiccia

Custruita in u 1649 pè agruttà a statua di a Madonna, sta cappella hè un locu di pelegrinaghju induve Maria hè celebrata ogni 15 d'aostu. A statua di a Vergine, rializata in marmeru di Carrare, eppo u so altare, avianu da esse purtati à a catedrale di Cordoue in Andalusia.
Ma u battellu chì a traspurtava era attaccatu è affundatu à u largu di Prunete. Dice a legenda chì a statua fubbe riguarata da i paisani è quessi decisenu di cunsacralli un locu di cultu.
Cullonu a Madona à u locu chjamatu U Fornellu, nant'à i pughjali di a Scupiccia. Ma, u lindumane, fubbe trova nant'à a serra, à 750 m d'altitudine. Rifalata duie volte à U Fornellu, sparì di notte tempu è a scuprianu nant'à a muntagna, induve si fece alzà una cappella.(© Casa cumuna di Cervioni)